Mount Rushmore National Memorial è quell’immensa scultura divenuta famosa anche perché filmata e mostrata in molti film americani che mostra i volti dei quattro Presidenti Americani situata nel cuore delle Black Hills del South Dakota.
Quest’opera è una commemorazione ai 4 Presidenti Americani che si sono distinti durante il periodo di insediamento: il presidente Washington era famoso per la visione che aveva, per la rettitudine e il coraggio; Jefferson portò l’indipendenza e l’espansione alla nazione; Lincoln che preservò l’unione della nazione e per finire Roosevelt che portò la nazione al massimo della grandezza. La gigantesca scultura venne creata dallo scultore statunitense Gutzon Borglum e rappresenta lo spirito della nazione: fu iniziata nel 1927 e completata nel 1941 fu chiamata America’s Shrine of Democracy.
Oggi questa incredibile scultura che possiede i volti alti ben 18 metri, domina sulle foreste delle Black Hills come simbolo della storia Americana, della determinazione del suo popolo e dei successi raggiunti. Il Monte Rushmore National Memorial è aperto tutto l’anno ha l’ingresso che è gratuito mentre il parcheggio è a pagamento. La strada che porta al monumento è fiancheggiata da 56 bandiere di ognuno degli Stati che compongono gli USA e alla fine di questa passeggiata si arriva alla Grandview Terrace. Se si capita in questo immenso luogo di natura e arte nel periodo estivo si può fare il tour del Museo di Borglum che espone i diversi modellini della scultura e sempre durante la stagione estiva tutte le sere sono in programma dei giochi di luce nel grande anfiteatro all’aperto.
Il Monte Rushmore è una delle attrazioni più visitate nelle Black Hills del South Dakota. Oggigiorno il monumento è arrivato ad avere una certa età e ha bisogno di molti interventi per mantenersi in sicurezza e mantenere un aspetto ancora gioviale infatti la scultura ha ben 68 anni e per riparare i difetti che sorgono con gli agenti atmosferici invece di usare tecniche particolarmente tecnologiche, lo staff del National Park Service usa dei grossi tubi di silicone sigillante per mantenere levigate le facce di George Washington, Thomas Jefferson, Teddy Roosevelt e Abrahm Lincoln. Nel passato gli interventi di manutenzione erano per lo più praticati una volta l’anno, specialmente durante l’autunno. Troupe di tecnici si arrampicavano per ispezionare la roccia e per smussarla. Addirittura a volte veniva utilizzata una ricetta inventata dallo stesso Gutzon Borglum ossia una miscela composta da grafite bianca, olio di semi di lino e granite mentre ora Duane Bubac, Direttore delle Risorse Culturali del Mount Rushmore National Memorial, è ben felice di asserire che entro breve verranno effettuati delle “radiografie laser” e delle mappature digitali per garantire la preservazione della scultura.Ciò che spaventa maggiormente il mantenimento della scultura è l’acqua, poiché filtra e ghiaccia. Infatti l’agente più pericoloso è il disgelo, che potrebbe progressivamente danneggiare la superficie del granito.

Ulteriori informazioni sul sito : http://www.nps.gov/moru

Ma non solo l’acqua, bensì anche la sporcizia e la vegetazione possono rappresentare una minaccia; infatti se lo sporco si accumula all’interno di una cavità, la possibilità che crescano erbacce che possano fare radici è molto alta e di conseguenza la minaccia per coloro che costantemente lavorano e che utilizzano tali cavità come punto d’appoggio per arrampicarsi è decisamente un fattore da prendere in considerazione. Ma grazie a particolare sensori nascosti nella roccia, gli ingeneri possono monitorare la situazione e verificare la reazione della roccia agli agenti atmosferici.