Vent’anni fa andai a fare un documentario nell’Area 51. Naturalmente non entrai mai nella base segreta perché’ solo i militari che ci lavorano possono entrare. Rimasi pero’ qualche giorno all’esterno della base cercando di entrare in contatto qualche militare nel tentativo di farmi raccontare cosa ci fosse all’interno della base.

La cosa curiosa fu che i primi giorni tutti negarono che ci fosse persino una base, nonostante tutti i cartelli sparsi nella zona che avvertivano di non entrare nell’Area 51. Ma una sera, mentre stavo giocando a bigliardo nell’unico bar della zona, un militare mi chiese se potevamo fare una partita. Naturalmente accettai. Ma alla condizione che se vincevo la partita avrebbe risposta a una mia domanda. L’accordo fu fatto alla condizione che la risposta non fosse registrata ne in video ne in audio. Vinsi la partita. E feci la domanda.

Chiesi: “Da dove vengono gli extraterrestri?”
Feci questa domanda perche’ si dice che all’interno della base sia conservato l’Ufo caduto a Roswell nel New Mexico nel 1947. E sempre all’interno della base si dice sia anche conservato il corpo dell’alieno trovato all’interno dell’UFO.
Lui face una risatina, diede un sorso di birra e mi disse:
“Vuoi che te lo dica davvero?”
“Off course.” Risposi.

“Ok”, disse “Gli Ufo non vengono da altri pianeti.”
“E da dove vengono, se esistono.” Chiesi.
Diede un sorso di birra si guardo’ attorno, mi si avvicino’ e disse:
“Hai presente l’alieno di Roswell, l’hai mai visto nella foto? Se ci fai caso ha delle dita lunghe, dita che da migliaia e migliaia di anni sembrano essere state utilizzate per i touch screen, e hai visto gli occhi? Sono occhi grandi, larghi e socchiusi, gli occhi di chi passa ore davanti a uno schermo. Sul suo corpo non ci sono peli. E la testa e’ ingrossata seguendo l’evoluzione della testa umana. Quindi ora hai capito da dove vengono gli alieni?
“No.” Gli dissi.

Avvicino’ la sua bocca al mio orecchio e disse:
“Gli alieni vengono dal futuro. Gli alieni siamo noi tra qualche milione di anni. Quando avremo imparato a superare la velocità’ della luce e potremmo viaggiare nel tempo. Anche perché’ tra qualche milione di anni viaggiare nello spazio non avrà’ più’ senso. Lo spazio sarà’ tutto omologato, tutto uguale. Gli alieni sono viaggiatori del tempo. Ed e’ grazie a loro che abbiamo recuperato tecnologie che ci hanno permesso di compiere in meno di cento anni un progresso scientifico che non si era mai avverato in milioni e milioni di anni.”

Lo guardai con la bocca aperta, e la prima cosa che pensai e’ come mai non ci avessi mai pensato prima.
Guardavo verso il cielo per capire da dove vengono gli extraterrestri e non avevo mai pensato che dovevo guardare nel tempo.
Nel tempo che verra’.

ghg